Lo stimolatore

IL GRANDE PASSO AVANTI - UN TRATTAMENTO RIVOLUZIONARIO PER LE LMS

Gli specialisti del trattamento e della riabilitazione per le LMS vengono a conoscenza di questa nuova opzione di trattamento per le lesioni complete e incomplete del midollo spinale

 

Il trattamento rivoluzionario per le lesioni del midollo spinale è basato su un dispositivo di stimolazione epidurale. Non si tratta né di un metodo di di stimolazione né di gestione del dolore; il dispositivo viene collegato al sistema nervoso tramite un intervento chirurgico.

 

Dopo l’impianto, il paziente impara a controllare il  dispositivo e i movimenti degli arti che ne derivano.

Cos’è la Stimolazione Epidurale?

La stimolazione epidurale applica una corrente elettrica continua in posizioni specifiche sulle strutture posteriori del midollo spinale lombare. Il dispositivo, impiantato chirurgicamente, poggia sullo strato protettivo del midollo spinale, dove è in grado di stimolare determinati tipi di attività locomotoria. La stimolazione epidurale può essere proposta a pazienti con lesioni sia incomplete che complete.

 

ll Central Pattern Generator (CPG) è un centro di controllo all’interno del midollo spinale che analizza le informazioni sensoriali. La stimolazione epidurale attiva il circuito nervoso del midollo spinale tramite impulsi che normalmente provengono dal cervello.

 

 

Il dispositivo attiva il sistema nervoso parasimpatico, che non è la solita via usata dal cervello per collegarsi ai membri, cosicché anche se la lesione del midollo spinale è  completa, vi è ancora una via alternativa per collegarsi alle parte inferiori del corpo. Il segnale diffuso all’interno del sistema parasimpatico è di bassa intensità, e ha quindi  bisogno di un’amplificazione e di una potenza supplementare fornite dal dispositivo.

xray

In termini non medici, lo stimolatore viene impiantato e connesso al midollo spinale. Lo stimolatore è controllato da un telecomando. Una volta attivati, i comandi dello stimolatore permettono di indurre un movimento volontario. In questo modo, i segnali elettrici “riattivano” le cellule nervose del midollo spinale.

Nell’ambito di un programma completo di minimo 50 sedute di un trattamento di tipo fisioterapia, il paziente, il suo cervello, i suoi muscoli e i suoi nervi “imparano” come creare continuamente dei movimenti volontari quando il dispositivo è attivato.

 

Sebbene il dispositivo possa essere usato indefinitamente e la batteria duri nove anni, il cervello del paziente può essere addestrato per comunicare attraverso percorsi alternativi, in modo tale che un giorno il paziente possa essere in grado di controllare alcuni movimenti anche quando il dispositivo è spento.

Miglioramenti osservati nei pazienti dopo l’impianto e l’applicazione del protocollo di trattamento completo:

 

  • Purché il pacemaker sia attivato, i fianchi, le gambe, le ginocchia, le caviglie e i piedi possono essere mossi in modo volontario
  • Purché che il pacemaker sia attivato, il paziente è in grado di sostenere il proprio peso senza assistenza
  • Aumento della massa muscolare
  • Pressione sanguigna stabilizzata
  • Meno affaticamento
  • Dopo qualche tempo, i livelli di stimolazione vengono ridotti
  • Miglioramento del funzionamento dell’intestino, della vescica e degli organi riproduttivi
  • Miglioramento della regolazione della temperatura corporea

Ogni trattamento medico ha un risultato diverso. I risultati dei trattamenti variano da un paziente all’altro

Patients have experienced significant positive changes in their bodily functions after epidural stimulation. Scroll along to see some examples of potential improvements that patients have experienced.