Aggiornamenti da tutto il mondo

Ultime ultime notizie e informazioni

I topi paralizzati camminano di nuovo con una nuova iniezione di composti

I topi paralizzati sono in grado di camminare di nuovo dopo aver ricevuto un iniezione di un composto a piccole molecole chiamato CLP290, attivando una proteina chiamata KCC2, secondo il Business Standard. Il composto ha avuto la capacità di rianimare i circuiti neurali nei topi con lesione del midollo spinale (SCI) e richiede solo quattro o cinque settimane di trattamento prima di riguadagnare movimenti del passo

L’iniezione del composto è ispirata alla stimolazione epidurale, l’unico trattamento efficace noto per lesioni del midollo spinale, in cui un dispositivo di stimolazione invia correnti elettriche per attivare la comunicazione tra i neuroni e il cervello. Tuttavia, per rompere il limite di una stimolazione solo su richiesta dal dispositivo, i ricercatori del Boston Children’s Hospital  hanno escogitato un “approccio farmacologico per simulare la stimolazione” per capire meglio come potrebbe funzionare.

Per fare questo, hanno selezionato composti che sono già noti per alterare la reattività dei neuroni e sono in grado di attraversare la barriera emato-encefalica. CLP290, un composto utilizzato nella ricerca, attivatore KCC2, che è una proteina che svolge un ruolo cruciale nella comunicazione tra i neuroni e il cervello. È dimostrato che la produzione di KCC2 è diminuita drasticamente a causa della ferita. Quindi, ripristinando KCC2 con CLP290, i neuroni inibitori possono ancora ricevere segnali dal cervello, consentendo loro di iniziare a comunicare di nuovo insieme.

Nella ricerca, CLP290 è stato somministrato a topi paralizzati in gruppi di dieci. Tutti i topi avevano una SCI grave, ma con i nervi intatti. Ogni gruppo e un gruppo di controllo con placebo sono stati trattati per 8-10 settimane.

Di conseguenza, il composto CLP290 ha avuto maggior effetto sui topi, registrando che, i muscoli degli arti posteriori mostrano segni attivita’ dopo aver ricevuto il composto. I punteggi di deambulazione degli animali sono rimasti superiori al gruppo di controllo fino a due settimane dopo l’interruzione del trattamento. Non c’era quasi nessun cattivo effetto deterrente.

I ricercatori ritengono che questo composto potrebbe un giorno essere applicato ai pazienti SCI, oltre alla stimolazione epidurale, in cui il dispositivo di trattamento può applicare corrente elettrica alla porzione inferiore del midollo spinale. In coppia con l’allenamento riabilitativo, i pazienti possono riprendere il movimento.

“Per questo tipo piuttosto grave di lesione del midollo spinale, questo è il recupero funzionale più significativo che conosciamo”, ha detto l’autore principale Zhigang He del Boston Children’s Hospital negli Stati Uniti a Business Standard.

“Abbiamo visto l’80 percento dei topi trattati con questo composto, recuperare la loro capacità di fare un passo”, ha aggiunto, nel documento pubblicato sulla rivista Cell.

CONDIVIDI QUESTO POST

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su print
Condividi su email