Aggiornamenti da tutto il mondo

Ultime ultime notizie e informazioni

Lo studio rivela che la Stimolazione Epidurale puo’ migliorare le condizioni di C7 LMS

Terapia di Stimolazione Epidurale per trattare i pazienti con lesioni del midollo spinale

Isaac Darrel, un paziente di Unique Access Medical, ha avuto un incidente subacqueo che lo ha lasciato con una ferita al midollo spinale C7. Spesso sveniva mentre era sulla sua sedia a rotelle, ma dopo aver subito il trattamento di stimolazione epidurale nel 2016 è in grado di sedersi per otto ore o di fare esercizio senza sentirsi leggero.

“La mia pressione sanguigna sraggiungeva massimo 60”, ha detto Darrel a Neuro Science News. L’articolo parlava dell’esperienza di Darrel con Epidural Stimulation, un trattamento in cui gli elettrodi vengono impiantati chirurgicamente sul midollo spinale. Un caso studio sulle sue esperienze è stato pubblicato su JAMA Neurology.

La stimolazione epidurale è un trattamento in cui nel midollo spinale viene impiantato un dispositivo che consente di inviare correnti elettriche attraverso il midollo spinale. Gli elettrodi vengono impiantati chirurgicamente e posizionati sopra il rivestimento protettivo del midollo spinale. Il paziente ha un telecomando che controlla lo stimolatore per trasmettere le onde elettriche nel midollo spinale, che durano dai trenta ai quaranta minuti al giorno. Nel caso di Darrel, ci sono diversi programmi che possono essere selezionati per stimolare direttamente i nervi che aiutano con le funzioni motorie, trasmettendo impulsi elettrici nel midollo spinale.

Problemi di paralisi e mobilità in pazienti con lesioni al midollo spinale

Gli effetti collaterali della lesione del midollo spinale comprendono vertigini, fluttuazioni della pressione sanguigna, cambiamenti nella funzione della vescica e dell’intestino e disfunzione sessuale. Tuttavia, la più grande preoccupazione per i pazienti con lesioni del midollo spinale sono problemi di paralisi e di mobilità.

“I problemi di mobilità o la paralisi sono le conseguenze più visibili di una lesione del midollo spinale, ma come medico, so che molti dei miei pazienti soffrono di altre conseguenze ‘invisibili'”, ha detto il dott. Andrei Krassioukov a Neuro Science News. Il Dr. Krassioukov, un ricercatore principale dello studio JAMA Neurology, ha lavorato con Darrel per un certo numero di anni. È professore di medicina presso l’Università della British Columbia e presidente della ricerca riabilitativa presso ICORD, un centro di ricerca di Vancouver incentrato sulle lesioni del midollo spinale.

Recovery for Patients

Darrel’s symptom of low blood pressure is what doctors call Orthostatic hypotension which results from poor cardiovascular function.

“I would pass out or black out sitting in my chair sometimes. Now, since I have the implant, I’m able to turn up the stimulation enough that it makes it impossible for me to black out, ” Darrel said to Neuro Science News.

After Epidural Stimulation treatment, he said his overall condition improved with better blood pressure, core muscle, and improved bowel function.

Researchers at ICORD followed Darrel and ran tests to see if the treatment works. To test whether patients improve, they are placed in a upright position to see if they can maintain blood pressure. Dr. Krassioukov said that a good indicator of recovery is having no drop in arterial blood pressure and the patient is able to control their blood vessels in their lower extremities and the abdomen.

Epidural Stimulation for Spinal Cord Injury

Although many people regard Spinal Cord injury to be irreversible and untreatable, the Epidural Stimulation implant has already helped a number of patients regain their strength and movements in areas considered permanently damaged by the injury.

Epidural Stimulation patients are also offered an optional treatment of modern Regenerative Medicine, which has emerged as one of the most viable and powerful treatment options. With its ability to regulate the immune system’s reaction towards the injury, and to differentiate cell types including neurons and astrocytes, it is also proven to be safe. Regenerative Medicine has been used in clinical treatments of patients with Spinal Cord Injury since 2005

According to the further studies conducted, the conclusion is that Regenerative Treatments may result in functional recovery following Spinal Cord injury especially when they are treated with the combination of the Epidural Stimulation implant, and supportive therapies including extensive Rehabilitation. The combined treatment helps with sensation, motor function, muscle mass and strength, balance and coordination, neuropathic pain, sexual function and improved perspiration. Regenerative Treatment can also help in replacing damaged, diseased or lost neurons.

CONDIVIDI QUESTO POST

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su print
Condividi su email