Aggiornamenti da tutto il mondo

Ultime ultime notizie e informazioni

La stimolazione epidurale del midollo spinale ripristina il movimento volontario in due pazienti con paraplegia

I ricercatori hanno scoperto di essere in grado di ripristinare il movimento volontario in due pazienti paralizzati attraverso il trattamento di stimolazione epidurale o la stimolazione del midollo spinale (SCS), secondo NeuroscienceNews.  Lo stimolatore era anche in grado di ridurre l’ipotensione o la pressione bassa, specialmente nelle arterie del sistema di circolazione sanguigna. Il progetto si intitola The Epidural Stimulation After Neurologic Damage (E-STAND) studio. L’articolo ha indicato che questa ricerca ha fornito un’altra osservazione che, anche in casi gravi di lesioni croniche del midollo spinale (SCI), alcuni movimenti volontari e la funzione autonomica possono essere ripristinati in pazienti paraplegici con SCS senza la necessità di una intensa pre-riabilitazione.

David Darrow, MD, vincitore del Premio Resident di Philip L. Gildenberg, ha presentato la sua ricerca dal titolo “Ripristino immediato del movimento volontario con stimolazione del midollo spinale epidurale in due pazienti con paraplegia”, durante l’Associazione Americana dei chirurghi neurologici del 2018 (AANS ) Riunione scientifica annuale. Lo studio E-STAND è stato progettato per valutare l’effetto di SCS sui pazienti paraplegici, direttamente sul movimento e sulla funzione cardiovascolare, mentre i pazienti sono sottoposti alla procedura di stimolazione da casa.

I partecipanti sono stati selezionati tra una varietà di pazienti con lesioni croniche del midollo spinale con un livello motorio tra C6 e T10 e con lesioni che coprono più di un anno. I requisiti per i pazienti erano: avere piena forza nelle loro estremità superiori e avere lesioni discrete del midollo spinale alla risonanza magnetica. I primi due pazienti sono stati sottoposti a impianto chirurgico dello stimolatore, inclusi gli elettrodi, ed è stato seguito dal team.

I primi due pazienti selezionati erano donne di età compresa tra i cinquanta ei sessanta, con paraplegia motoria e sensoriale completa. Sono stati valutati 36 ore dopo la fine della procedura SCS. Il trattamento ha rivelato un movimento volontario solo durante la stimolazione in entrambi i pazienti, che si è rivelata una scoperta significativa poiché erano trascorsi da undici e cinque anni dalla chirurgia.

È stato anche trovato un trattamento di stimolazione epidurale per ripristinare la normale pressione sanguigna da ipotensione grave. Questo è stato testato con il test del tilt table nel secondo paziente, che aveva mostrato una grave pressione bassa nelle valutazioni dello screening, senza avere alcun effetto sulla normale pressione sanguigna del primo paziente. C’erano anche miglioramenti e restauri nelle funzioni dell’intestino e della vescica.

Secondo NeuroscienceNews, questa ricerca è stata la prima di questo tipo in cui le donne con SCI radiograficamente grave sono state in grado di ripristinare alcuni movimenti volontari e la funzione autonomica dopo la stimolazione epidurale.

CONDIVIDI QUESTO POST

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su print
Condividi su email