Aggiornamenti da tutto il mondo

Ultime ultime notizie e informazioni

L’Università di Louisville confida nel futuro della stimolazione epidurale

La lesione del midollo spinale impone effetti drammatici, che cambiano la vita su almeno 500.000 pazienti in tutto il mondo ogni anno. Mentre la perdita di movimenti volontari, o di paralisi, è più comunemente nota come uno dei principali sintomi della lesione, i pazienti con lesioni al midollo spinale soffrono, infatti, di diverse altre condizioni, alcune delle quali includono la bassa pressione sanguigna cronica, disfunzioni sessuali , la perdita di controllo dell’intestino e della vescica, e altro ancora.

L’assenza della cura per la lesione del midollo spinale sta guidando ricercatori e istituzioni mediche di tutto il mondo alla ricerca di un trattamento. Solo negli ultimi anni, i loro sforzi hanno portato a molti risultati fruttuosi e promettenti, dando nuove speranze ai pazienti con lesioni al midollo spinale come mai prima d’ora.

Tra le scoperte pionieristiche di molte ricerche ce n’è una che è stata condotta da Glenn Hirsch, MD, professore di Cardiologia all’Università di Louisville (UofL), in collaborazione con Susan Harkema, Ph.D. e altri ricercatori al Kentucky Research Center Spinal Cord Injury (KSCIRC).

Questa scoperta ha coinvolto quattro pazienti con lesioni al midollo spinale di livello cervicale e l’impianto del dispositivo di Stimolazione epidurale. Questi pazienti soffrono di pressione bassa arteriosa cronica, una condizione che sta causando numerose complicazioni e impedisce loro di svolgere attività quotidiane.

Dopo l’impianto del dispositivo di stimolazione epidurale, tuttavia, i risultati della ricerca mostrano un risultato rivoluzionario. Una volta che il dispositivo è acceso, la pressione arteriosa dei quattro pazienti con lesioni del midollo spinale è elevata a un intervallo normale e si interrompe una volta interrotta la stimolazione.

Stefanie Putnam, una dei quattro pazienti che è stato il soggetto dello studio, ha condiviso i suoi sentimenti e l’eccitazione su che cosa l’impianto di Stimolazione epidurale ha fatto a lei. “Con la stimolazione epidurale, ho subito sentito gli effetti. Passai dal sentirmi incollata sul pavimento ad un livello elevato, come se la gravità non mi appesantisse. Mi sento viva.”

Questa scoperta di UofL and KSCIRC  aggiunge forza fondamentale allo studio precedente di ricerca presso KSCIRC, dove sono registrati miglioramenti in termini di movimento volontario, statura e stepping, intestino, vescica e funzioni sessuali. Confidando nel potenziale rivoluzionario della stimolazione epidurale, l’Università di Louisville continuerà a esplorare ulteriormente la stimolazione epidurale e il suo potenziale di rimettere in piedi i pazienti con lesioni al midollo spinale.

CONDIVIDI QUESTO POST

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su print
Condividi su email