Trattamenti
di prossima generazione

Prove e test clinici pre-approvate dalla FDA

Ricerca e studi

Riconoscimento Globale

US FDA
La US Food and Drug Administration (USFDA) ha approvato all’Università di Louisville, Kentucky School of Medicine (U di L) lo studio dell’effetto della stimolazione epidurale su 36 pazienti con lesioni al midollo spinale. Questo studio clinico è guidato dalla dottoressa Susan Harkema del Centro di ricerca sugli infortuni del midollo spinale dell’università.
University of British Columbia
Il team di ricerca dell’Università della British Columbia ha documentato risultati positivi osservati in Isaac Darrel, (paziente canadese C7 di lesione al midollo spinale) il quale ha ricevuto la stimolazione epidurale con Unique Access Medical. Questo studio è stato guidato dal dott. Andrei Krassioukov, presidente del Comitato degli standard autonomi per l’American Spinal Injury Association (ASIA) e International Spinal Cord Society (ISCoS).
JAMA
JAMA Neurology (una rivista medica online gestita dall’American Medical Association), ha pubblicato di recente il risultato del trattamento della procedura di stimolazione epidurale. Questo studio è uno dei primi a dimostrare i benefici cardiovascolari ottenuti dalla stimolazione epidurale per pazienti con lesioni al midollo spinale.
Lancet Logo wide
JAMA Neurology (una rivista medica online gestita dall’American Medical Association), ha pubblicato di recente il risultato del trattamento della procedura di stimolazione epidurale. Questo studio è uno dei primi a dimostrare i benefici cardiovascolari ottenuti dalla stimolazione epidurale per pazienti con lesioni al midollo spinale. La rivista medica Lancet ha pubblicato l’effetto della stimolazione epidurale sul movimento volontario, sulla posizione eretta e sullo stepping assistito per i pazienti paraplegici. Questo studio è stato condotto da Susan Harkema dell’Università di Louisville.
UCLA
Il team di scienziati dell’Università della California Los Angeles (UCLA) ha gestito una procedura di stimolazione epidurale che ha apportato sostanziali miglioramenti a sei pazienti con lesioni al midollo spinale. I miglioramenti osservati non si limitano solo al recupero dei movimenti volontari, ma anche alla pressione sanguigna, alla funzione della vescica e alla funzione cardiovascolare. Questa ricerca è stata condotta dal Dr. V. Reggie Edgerton, un illustre professore alla UCLA dal 1968, e dalla sua squadra.
University of Minnesota wordmark
Ricercatori dell’Università del Minnesota attraverso il programma E-STAND del Dipartimento di Neurochirurgia (Stimolazione epidurale dopo danno neurologico) ha impiantato con successo la stimolazione epidurale in sei pazienti. Come uno dei membri del team, Ann Parr MD. PhD., Un esperto in ricerca sulle lesioni del midollo spinale, ritiene che questo studio abbia il potenziale per essere innovativo.
Mayo Clinic
Uno studio condotto dalla Mayo Clinic mostra risultati “promettenti” ed “eccitanti” per paraplegici completi che riprendono i movimenti volontari delle gambe e la capacità di stare in piedi in seguito alla stimolazione epidurale. Il gruppo di ricerca comprende Kendall H. Lee, MD, il direttore del Neural Engineering Laboratory presso la Mayo Clinic, Kristin D. Zhao, Ph.D., il direttore del Laboratorio Assistive and Restorative Technology della Mayo Clinic e Peter J. Grahn , Ph.D. e Igor A. Lavrov con il Neural Engineering Laboratory.

L'origine di

Stimolazione Epidurale

Nel 2014 è stato pubblicato uno studio affascinante su “Brain-Journal of Neurology”. Lo studio scritto da Claudia A. Angeli, V. Reggie Edgerton, Yury P. Gerasimenko e Susan J. Harkema dimostra la capacità di quattro individui con paralisi completa cronica a eseguire compiti volontari con una selettività di appropriati pool motori in presenza di stimolazione epidurale.

In tre dei quattro individui, hanno osservato il recupero del movimento volontario con stimolazione epidurale subito dopo l’impianto, due dei quali avevano una perdita completa della funzione motoria e sensoriale. Ciò dimostra che neuromodulando il circuito spinale a livelli motori sottosoglia con la stimolazione epidurale, gli individui paralizzati cronicamente completi possono elaborare input concettuali, uditivi e visivi per riguadagnare il controllo volontario specifico dei muscoli paralizzati.

Il team ha scoperto una strategia di intervento fondamentalmente nuova che può influire notevolmente sul recupero dei movimenti volontari in individui con paralisi completa anche anni dopo l’infortunio. Un’unità di stimolazione del midollo spinale epidurale (Medtronics, RestoreAdvanced) e una matrice di 16 elettrodi è stata impiantata a livello delle vertebre T11-T12 sui segmenti del midollo spinale L1-S1 in quattro individui con lesioni motorie complete del midollo spinale.

Quattro individui con diagnosi di paralisi completa motoria clinica e impiantati con uno stimolatore epidurale a circa 2,2 anni dopo la lesione sono stati in grado di eseguire movimenti intenzionali delle gambe in risposta al comando verbale.